hashtag

A settembre sono stati raccolti 27299 hashtag, che mostrano quali sono i temi, gli slogan e i fatti politici più rilevanti avvenuti in questi trenta giorni.  Per fare ciò abbiamo scelto di prendere in considerazione sia i dati senza i retweet, sia quelli con i retweet.

Senza retweet

Nel primo caso si trovano in prevalenza parole d’ordine della Lega Nord (#Salvini, #Forzalega, #Pontida17, #andiamoagovernare, #Salvinipremier). Anche il riferimento al programma televisivo Carta Bianca riguarda la Lega Nord, perché si tratta della puntata con ospite Salvini. Invece, gli unici due temi affrontati durante. Ci sono poi tre riferimenti al Partito Democratico (#renzi, #pd, #avanti) e due al Movimento Cinque Stelle (#m5s, #dimaio). Sono invece tre i temi di dibattito politico: il sequestro dei conti correnti della Lega Nord (#legaladrona), l’immigrazione e il diritto di cittadinanza (#siiussoli, #noiussoli e #stopinvasione), che purtroppo sembrano essere trattati in coppia,  e un appello dei parafarmacisti al governo (#parafarmacie, #emergenzasindacale).

Con i retweet

Se invece si considerano i retweet nel calcolare degli hashtag,  si può notare innanzitutto che la strategia di Salvini di essere presente in maniera così frequente su Twitter paga almeno a livello quantitativo. L’hashtag #salvini è usato quasi quattro volte di più del secondo più utilizzato, che peraltro è #pontida17, ossia il nome del raduno della Lega Nord. Un’altra differenza è la presenza più consistente del Movimento Cinque Stelle tra gli hashtag più utilizzati, con i riferimenti all’evento di Rimini e al decennale del V-Day. Per quanto riguarda i temi, si continua a parlare di immigrazione e ius soli, con un atteggiamento che, quantitativamente, sembra essere più negativo (#primagliitaliani, #noiussoli e #fuori sono fortemente utilizzati). Infine, entra tra i 20 hashtag più utilizzati un riferimento ai vaccini, probabilmente dovuto al fatto che Renzi si sia espresso in maniera molto polemica sul tema in questo mese

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment